antipasto, primo piatto e dolce!

di FornellidItalia

antipasto, primo piatto e dolce!


 Preparazione: 30min


 Cottura: 60min


 Difficoltà: “facile”

Come avete passato questo Natale diverso da quelli ai quali siamo abituati? Speriamo bene!  Sicuramente non avrete organizzato le classiche tavolate, più lunghe della fila in posta, conosciutissime nel sud Italia!
Il cibo però è stato, a cena o pranzo in tutte le case vestite a festa, l’invitato immancabile perché, si sa, cucinare per sé stessi e per gli altri è una coccola. Nel linguaggio universale significa prendersi cura dell’altro

Veniamo però da un anno passato più a tavola che altrove quindi se avete avanzato qualcosina, non preoccupatevi: abbiamo la soluzione.
Vi daremo 3 ricette da realizzare con gli avanzi in frigo del pranzo o del cenone di Natale

Il menù prevede antipasto di verdure al forno, ragù di cotechino e tiramisù con pandoro. Vi lasciamo con ingredienti e ricette 🙂

Ti manca un ingrediente?

Controlla sull’app Myfoody, potrai trovarli scontati fino al 50%

Preparazione per il mix di verdure al forno

Sicuramente avrete comprato qualche verdura in più per i contorni o gli antipasti che avete realizzato per il menù di Natale. In frigo sono rimaste solo le verdure single: la parte verde del porro, un pezzo di zucca, una cima di cavolfiore.
Lavate, tagliate tutto della stessa dimensione e riponete tutte le verdure in una teglia con carta forno. Aggiungete l’olio, le foglioline di timo, salate e pepate. Mescolate in modo che il condimento si distribuisca uniformemente.
Infornate a 180° per circa 30 minuti.

Il vostro antipasto a spreco zero è pronto.

Preparazione per il ragù di cotechino

Quando qualcuno vi chiede di cucinare il Ragù, in molti abbandonano l’impresa perché si sa, per il ragù serve pazienza. Il segreto infatti è nel rispetto delle fasi e dei tempi di cottura. La parola stessa “ragù” deriva dal francese ragouter e significa stufare a fuoco basso. 

Il ragù con il cotechino avanzato però è un modo per riciclare gli avanzi e limitare le attese. Perché non provarlo? Ecco il procedimento!

Prendete dal frigo il cotechino avanzato, eliminate la pelle esterna e riducetelo in briciole.
Pulite sedano e scalogno e tritateli. Soffriggete entrambi in una padella con dell’olio e un pizzico di sale.
Unite le briciole di cotechino e sfumate con il vino bianco. Quando questo sarà evaporato del tutto, aggiungete il concentrato di pomodoro e diluitelo con un mestolo di acqua calda.
Lasciate bollire per una decina di minuti.
Portate a bollore l’acqua che vi servirà per la cottura dei bucatini e tritate in modo grossolano le noci. Lasciatele tostare in un padellino antiaderente con un filo d’olio.
Portate a bollore l’acqua che utilizzerete per la cottura dei bucatini e nel frattempo tritate le noci e lasciatele tostare in un padellino antiaderente con un filo d’olio.
Quando l’acqua sarà arrivata a bollore, cuocete i bucatini e, dopo averli scolati, tuffateli nella padella con il ragù preparato.
Impiattate e condite con la granella di noci, una foglia di timo e un po’ di pepe.

Procedimento per il tiramisù con il pandoro avanzato

Vi sarà capitato di sostituire i classici savoiardi del tiramisù con pavesini, biscotti… perché non provare anche con il pandoro avanzato? Ecco la ricetta.
Preparate la crema separando i tuorli dagli albumi. Sbattete i tuorli e lo zucchero in una ciotola con la frusta elettrica sino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete il mascarpone freddo, il brandy e mescolate.
Montate gli albumi a neve a parte con un pizzico di sale. Unite delicatamente gli albumi alla crema che avete appena preparato.
Prendete il pandoro avanzato e realizzate il primo strato sul fondo. Bagnate il pandoro con del caffè e versateci uno strato di crema che avete appena preparato. Continuate così fino a quando non avrete terminato tutti gli ingredienti.
Completate il dolce raschiando del cioccolato con un pelapatate e distribuite il tutto sulla superficie del dolce.
Mettete la pirofila in frigo per circa 2 ore.
Se invece vi è avanzato del panettone potrete sostituirlo al pandoro nel vostro tiramisù, ma dovranno piacervi uva passa e canditi!

Ora il vostro menù a spreco zero del dopo Natale è pronto. 

Buon appetito!



Segui su myfoody.it

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *