Spaghetti alla chitarra alla barbabietola

di FornellidItalia

Spaghetti alla chitarra alla barbabietola con briciole croccanti di salsiccia

Un boost di colore per questi spaghetti alla chitarra alla barbabietola, un primo piatto di pasta fresca facile da fare e da personalizzare con il vostro condimento preferito.

Non è la prima volta che utilizzo la barbabietola per colorare la pasta fresca, come per i miei Casunziei, anche questi spaghetti alla chitarra alla barbabietola hanno tutto il colore e il sapore di questo incredibile ingrediente.

Ho voluto bilanciare la sua dolcezza con l’amaro del radicchio e il sapido della salsiccia croccante. E se non avete in casa della salsiccia fresca niente paura: potete usare quel cotechino rimasto in dispensa da Natale e trasformare questa ricetta in una perfetta ricetta da dispensa.

Anche sulla forma potete spaziare, se non possedete una “chitarra” per realizzare questo formato di pasta, potete comprarla qui*, oppure stendere la sfoglia più sottile e ricavare, con una rotella (anche quella della pizza) delle tagliatelle o delle pappardelle. Oppure potete seguire il consiglio di Cristina @good_food_lab e colorare un normalissimo piatto di linguine!

Ma veniamo alla ricetta di questi tonnarelli alla barbabietola!

ingredienti per 2 persone

COSA

per la pasta
  • 250 g di farina di grano duro
  • 1 piccola barbabietola lessa
  • 2 uova
per il sugo
  • 150 g di salsiccia fresca o di cotechino
  • 1 cipolla rossa
  • una fetta di pane raffermo
  • 1 cespo di radicchio
  • un mazzetto di mirto
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe qb

COME PREPARARE GLI SPAGHETTI ALLA CHITARRA ALLA BARBABIETOLA

Per prima cosa ho preparato la pasta, versando in una ciotola la farina con al centro le uova e la barbabietola ridotta in purea. Ho iniziato a mescolare aiutandomi con una forchetta, poi ho trasferito il composto sul piano di lavoro e ho impastato fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. A questo punto l’ho avvolto nella pellicola per alimenti e l’ho lasciato riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Nel frattempo mi sono occupata della salsiccia, che ho sgrassato in una padella antiaderente, senza condimenti aggiunti, anzi, asciugando di tanto in tanto il grasso con della carta da cucina.

Per la versione da dispensa: cuocete il cotechino seguendo le istruzioni sulla confezione, poi scolatelo da tutto il suo liquido di stazionamento e trattatelo come fosse salsiccia fresca.

Una volta terminato il riposo della pasta, l’ho divisa in alcune parti e tirato una sfoglia, non sottilissima, che ho steso sui fili della mia chitarra*, quindi ho passato il mattarello e ricavato i miei spaghetti alla chitarra alla barbabietola. Li ho stesi sul piano di lavoro infarinato e ho proseguito con gli altri pezzi di pasta. Una volta terminato, ho portato ad ebollizione una pentola d’acqua, l’ho salata, quindi o cotto la pasta al dente (tenendo d’occhio la cottura, assaggiandola spesso).

Ho tagliato la cipolla rossa a spicchi e poi a listelli e l’ho fatta appassire nella padella con la salsiccia croccante, ho aggiunto l’aglio schiacciato e le foglioline di mirto, quindi e foglie di radicchio tagliati a striscioline e la pasta scolata, che ho fatto insaporire per qualche minuto, unendo una tazzina di acqua di cottura tenuta da parte.

In una padella più piccola ho tostato il pane raffermo, tritato grossolanamente, e l’ho condito con olio, sale e pepe.

Ho servito i miei tonnarelli alla barbabietola con il pane croccante e un filo di olio a crudo.

Click.

Spaghetti alla chitarra alla barbabietola con briciole croccanti di salsiccia



Segui su lennesimoblogdicucina.com

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *