Tra viti e olivi: il fascino autentico della Tenuta di Freddano ad Orvieto

di Jusy Coppola

tenuta di freddano

Nell’ambito dell’iniziativa Orvieto Experience, organizzata per valorizzare le bellezze storico-artistiche enogastronomiche di Orvieto, una tappa importante per giornalisti e influencer è stata immergersi nel cuore della “zona classica” di produzione del vino, la Tenuta di Freddano, diretta dalle appassionate Chiara Fiorentini e Cristina Boldorini.

Un’azienda dalla storia centenaria

Fondata nel 1927 da Sante Freddano, emigrante italiano negli Stati Uniti, la tenuta è stata ereditata nel 1987 dal figlio Giulio, che ancor oggi in qualità di agronomo segue ogni processo produttivo. Nel dicembre 2019, l’azienda è stata rilevata da Chiara Fiorentini, giovane imprenditrice romana, che ha portato una ventata di freschezza e innovazione senza compromettere la qualità e la tradizione.

Terra di viticoltura e olivicoltura

L’azienda si estende per una superficie di 22 ettari, ad altitudini comprese tra i 350 ei 400 metri. L’area dedicata alla viticoltura copre 6,5 ettari e qui crescono vari tipi di uva come Grechetto, Malvasia, Procanico, Vermentino e Chardonnay, oltre al Merlot a bacca rossa. Tutto viene fatto seguendo i metodi tradizionali, dalla lavorazione dei vigneti alla vendemmia manuale. La particolare caratteristica del terreno, di “memoria” marittima, permette – con i suoi sedimenti – un particolare sviluppo dei vitigni al gusto e all’olfatto.

Ma non finisce qui: l’olivicoltura, anch’essa seguita con metodo tradizionale, porta alla produzione di un olio extra vergine di oliva, delicato e di altissima qualità.

Il rispetto per la terra e la tradizione

La produzione è biologica e vegana certificata. Niente diserbanti, concimi chimici o pesticidi. “Riteniamo che la viticoltura sia un’arte”, dicono alla Tenuta di Freddano, e per questo la selezione delle uve avviene manualmente. L’affinamento dei vini avviene in acciaio e poi in bottiglia, con un passaggio in barrique di rovere francese per il Merlot riserva.

L’esperienza enogastronomica

Gli ospiti del tour hanno avuto l’opportunità di degustare una selezione di formaggi, salumi e insaccati, con menzione d’onore al paté d’oca, tutto accompagnato da bianchi e un rosso di produzione propria. Un viaggio dei sensi che si aggiunge al fascino del luogo, trasformando la visita in una full immersion nella cultura e nelle tradizioni del territorio orvietano.

Non è solo una questione di gusti e sapori, ma di un’esperienza complessiva che arricchisce e coinvolge, rendendo il soggiorno ad Orvieto un capitolo memorabile del viaggio attraverso la bellezza e la genuinità dell’Italia. Alla Tenuta di Freddano, ogni dettaglio è pensato per offrire un’esperienza autentica e indimenticabile. Un luogo in cui la passione per la terra e per i suoi frutti si traduce in un’ospitalità che lascia il segno. E c’è in progetto anche un agriturismo di qualità…

Segui Fornelli d’Italia anche sulla pagina facebook https://www.facebook.com/fornelliditalia.it/