Qual è lo spuntino ideale in smart working?

di FornellidItalia
Qual è lo spuntino ideale in smart working?
Qual è lo spuntino ideale in smart working?

Pane, formaggio e pomodoro: insieme forniscono grassi buoni che danno energia e tante fibre e carboidrati che assicurano sazietà a lungo. Ecco 5 ingredienti da aggiungere per rendere questo spuntino ancora più saziante e nutriente

Se lavorate da remoto e durante la giornata combattete i cali di energia con scorpacciate di snack e dolci è facile che andiate incontro a mancanza di concentrazione e difficoltà a mantenere l’attenzione. Uno spuntino alternativo che può darvi una mano in questi casi è pane, formaggio e pomodoro. È una merenda facile e veloce da preparare ed equilibrata dal punto di vista nutrizionale. «Apporta tutti i nutrienti di cui il corpo necessita per contrastare i cali di concentrazione e di energia», spiega la nutrizionista Valentina Schirò, specializzata in scienze dell’alimentazione. «Inoltre, è un’ottima alternativa agli snack in busta ricchi di zuccheri raffinati e grassi cattivi, che rischiano di peggiorano la stanchezza mentale. Naturalmente scegliendo bene la tipologia di formaggio e facendo attenzione alle quantità. Due fettine di pane integrale, un pomodoro e un cucchiaio di formaggio magro per esempio spalmabile come lo stracchino o la ricotta, grazie alla concentrazione di nutrienti assicurano una merenda ricca di gusto ed energia». Ma i benefici di questo abbinamento sono anche altri. Vediamo insieme all’esperta perché pane, formaggio e pomodoro è lo spuntino ideale per chi lavora in smart working.

Soddisfa la voglia di qualcosa di buono

Rispetto a merendine, snack e patatine in busta, una merenda a base di pane, formaggio e pomodoro assicura uno spuntino maggiormente saziante che vi metterà al riparo dal rischio di eccedere con grassi e zuccheri. «Grazie ai carboidrati complessi del pane integrale, alle proteine complete e ai grassi che contiene il formaggio, assicura energia di lunga durata che consente di placare il desiderio di cibo e ridurre le porzioni nel pasto successivo, contrastando l’aumento di peso», dice la nutrizionista Valentina Schirò.

Dà buonumore

Lo spuntino a base di pane, formaggio e pomodoro è ideale anche per combattere il nervosismo e migliorare la resistenza allo stress. «L’associazione dei carboidrati complessi del pane alle vitamine del gruppo B del formaggio favorisce la produzione degli ormoni del benessere, tra cui la serotonina. Il formaggio inoltre è fonte di calcio e triptofano, due ottimi alleati del buon funzionamento del sistema nervoso».

Nutre corpo e mente

Pane, formaggio e pomodoro apporta anche nutrienti fondamentali per il corretto funzionamento del cervello. «Le proteine del formaggio contengono aminoacidi essenziali che favoriscono la produzione di neurotrasmettitori capaci di stimolare la memoria». Il pomodoro apporta invece fibre solubili e insolubili. «Le prime assicurano al cervello energia costante. Le fibre insolubili, favoriscono invece la produzione di acidi grassi che insieme ai flavonoidi e al betacarotene di cui è particolarmente ricco, contrastano l’invecchiamento cerebrale. Il formaggio, infine, è un’ottima fonte di minerali come il fosforo e il magnesio che insieme ai grassi essenziali Omega 3, favoriscono la lucidità mentale».

Combatte il digital anging

Stare per molte ore al giorno davanti allo schermo luminoso dei dispositivi digitali produce delle radiazioni in grado di danneggiare i tessuti più profondi della pelle e favorire la comparsa di inestetismi e rughe. «Una merenda con pane, formaggio e pomodoro, all’interno di una dieta Mediterranea, assicura antiossidanti come la vitamina C e carotenoidi, che agevolano la produzione rispettivamente del collagene e del retinolo, due potenti antiage naturali».

Nella gallery 5 ingredienti per rendere questo spuntino più saziante e nutriente

Segui su lacucinaitaliana.it

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.