Ravioli sardi alla Teresina

di Jusy Coppola
ravioli sardi
ravioli sardi

Ravioli sardi. E’ uno dei piatti tipici della cucina della Sardegna, agrodolce, particolare nel suo accostare diverse consistenze. Può essere preparato al sugo o in bianco, ed in entrambi i casi… non delude. Di ricette e  varianti ne esistono tante, ma anche stavolta vi propongo la soluzione “pescata” nel ricettario di mia mamma, tradizionale e gustosa. Ps. Inutile sottolineare come il sue nome sia Maria Teresa, ispiratrice (e realizzatrice) di tanti piatti che propongo.

Ingredienti

500gr di rimacinato di semola di grano duro
300gr circa di acqua tiepida
10gr di sale

Per il ripieno

350 gr di formaggio fresco
1 scorza grattugiata di arancia o limone (scegliete in base alla disponibilità di stagione)
1 pizzico di sale

Preparazione

Per prima cosa si prepara la sfoglia, impastando la semola disposta a fontana in una ciotola: aggiungere nel mezzo il sale e poi pian piano l’acqua mescolando con un cucchiaio (a seconda del tipo di semola potrebbe volercene un po’ di più o di meno). Quando avete incorporato tutta l’acqua che serve mettete l’impasto sul tavolo e impastate per una decina di minuti. Lasciate riposare l’impasto per almeno una mezz’ora.

Intanto potete preparare il ripieno: lessate le bietole per circa una ventina di minuti, poi strizzatele bene per eliminare l’acqua. In una ciotola unite le bietole, la ricotta o il formaggio, la scorza di limone o arancia e il sale quindi amalgamate bene il tutto e lasciate a riposare in frigo.

Ora prendete metà della pasta e stendetela per ottenere una sfoglia sottile e dividerla in strisce da circa 6 cm.
Per creare i ravioli si può usare una ravioliera per ottenerli più uniformi, oppure anche a mano con un coltello o rotella taglia pasta.

Quindi mettete una noce di ripieno ogni 5 cm sul primo strato e poi sopra un’altra striscia di pasta e ritagliate la pasta in eccesso dando la forma che preferite.

Infine cuocere in acqua bollente salata per circa 7-10 minuti a seconda dello spessore della pasta.

Scolare, condire con il sugo di pomodoro, una bella spolverata di pecorino grattugiato e qualche foglia di basilico.

ravioli sardiI ravioli sardi solitamente si accompagnano ad un semplice sugo di pomodoro preparato con pochissima cipolla e/o aglio, qualche foglia di basilico e passata di pomodoro. Ma sono altrettanto deliziosi e apprezzati con burro e salvia.

In ogni caso non deve mancare una generosa manciata di Pecorino Sardo grattugiato.

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.