Bi.Vi.La. celebra il suo secondo evento: dalla birra alle eccellenza agroalimentari del Lazio

di Jusy Coppola

podere 676

Il progetto “Bi.Vi.La.” ha tenuto il suo secondo incontro il 13 gennaio nel territorio di Fiumicino, ponendo ancora una volta sotto i riflettori l’alta qualità dei prodotti agroalimentari della Regione Lazio. L’evento, sostenuto da un finanziamento di Regione Lazio e dall’ARSIAL, ha attirato l’attenzione di decine di operatori del settore e cittadini.

Il Birrificio Podere 676, partner fondamentale dell’evento, ha offerto ai partecipanti un’esperienza immersiva attraverso un tour dei campi coltivati a orzo e luppolo, arricchito da un video narrativo che ha ripercorso la storia e la cultura della birra. Il focus dell’evento è stato posto sull’innovazione e sulla sostenibilità nel settore brassicolo, con un accento particolare su una loro creazione esclusiva: l’Italian Grape Ale. Questa birra unica è stata prodotta con ingredienti biologici locali, combinando il malto d’orzo e il luppolo del birrificio con il mosto d’uva della Cantina del Castello di Torrimpietra.

Il culmine dell’evento è stata la degustazione, dove i partecipanti hanno avuto l’opportunità di gustare un’accurata selezione di birre accostate a salumi e formaggi tipici del territorio laziale. Questa esperienza ha non solo deliziato i palati, ma ha anche rafforzato l’apprezzamento per le produzioni locali, promuovendo il messaggio che la Regione Lazio è una terra ricca di scelte enogastronomiche di qualità.

Gli organizzatori di “Bi.Vi.La.”, soddisfatti del successo dell’evento, hanno già in programma future iniziative per continuare a promuovere e valorizzare le eccellenze agroalimentari del Lazio. Podere 676, dal canto suo, apre al pubblico per degustazioni ed eventi, punto di riferimento delle eccellenze del territorio.

Segui Fornelli d’Italia anche sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/fornelliditalia.it.