Terra Madre, la road map di Slow food Italia: un 2024 denso di appuntamenti

di redazione Fornelli d'Italia

terramadre

Nella frenesia della vita moderna, abbiamo smarrito una verità fondamentale: siamo parte della natura. Questo distacco ha provocato non solo una crisi ecologica, ma anche un profondo senso di alienazione. La gioventù di oggi, più sensibile e attenta, sta suonando un campanello d’allarme che non possiamo più ignorare. È tempo di risvegliare in noi il senso di meraviglia per il mondo naturale e riconoscere il nostro ruolo cruciale all’interno di esso.

Rigenerare il legame con la Terra

Terra Madre, nel suo viaggio iniziato nel 2004, ha sempre cercato di illuminare il percorso verso una maggiore consapevolezza ecologica. Le edizioni del 2020 e del 2022 hanno segnato tappe importanti in questo percorso, spostando l’accento dai confini politici alle geografie degli ecosistemi e sottolineando l’urgenza di passare da una cultura estrattiva a una cultura rigenerativa.

Verso Terra Madre 2024: essere Natura

Con l’edizione 2024, Terra Madre si immerge ancor più profondamente nella sua missione, invitandoci a riconoscerci come parte della natura. Questa edizione si propone di superare la crisi ecologica non solo con azioni concrete ma anche attraverso un cambiamento di paradigma: riconoscere che l’essere umano non è sopra o al di fuori della natura, ma intrinsecamente parte di essa.

Il cibo: collegamento tra Natura e cultura

Il cibo si rivela l’elemento chiave in questa riscoperta. Slow Food, tramite Terra Madre, sottolinea come il cibo non sia solo nutrimento fisico ma anche espressione di cultura, piacere e condivisione. È attraverso il cibo che possiamo riconnetterci alla terra, all’acqua e all’aria che respiriamo, ricordando la nostra interdipendenza con il mondo naturale.

Una Rivoluzione Gentile

La sfida che Terra Madre ci pone è quella di intraprendere una “rivoluzione gentile”, riscoprendo e rafforzando il nostro legame con la natura. Questo processo richiede un cambiamento sia interno che esterno, un rinnovato senso di meraviglia per il mondo che ci circonda e l’accettazione della nostra responsabilità nel proteggerlo.

In un momento di crisi ecologica senza precedenti, l’iniziativa di Terra Madre 2024 emerge dunque come un faro di speranza. Ci invita a riscoprire il nostro posto nel mondo naturale, non solo per il bene dell’ambiente ma anche per il nostro benessere spirituale e psicologico. È un richiamo alla consapevolezza, all’azione e, soprattutto, alla speranza.

Gli appuntamenti

The Road to Terra Madre
Dove: in tutta Italia
Quando: fino a Terra Madre, fine settembre

Mercati contadini, iniziative nelle scuole, presentazioni di libri e dibattiti, festival cinematografici, vere e proprie manifestazioni con un programma articolato di conferenze, laboratori di degustazione e aree espositive. Questo e molto altro fa parte del programma The Road to Terra Madre, la serie di eventi che anticipa l’appuntamento con Terra Madre Salone del Gusto 2024. Obiettivo dell’iniziativa è coinvolgere tutte e tutti, a partire dalle studentesse e dagli studenti, intorno al tema di Terra Madre 2024. The Road to Terra Madre ha preso il via a dicembre e come un viaggio, continua ad attraversare tutte le regioni d’Italia grazie alle Condotte e Comunità Slow Food attive nei diversi territori.

Presentazione Guida agli Extravergini 2024
Dove: Roma
Quando: 20 aprile

In un settore sempre più colpito dalle conseguenze legate al cambiamento climatico, la Guida agli Extravergini persegue la sua missione: promuovere l’olivicoltura italiana che difende un patrimonio di cultivar, paesaggio e cultura. La 25esima edizione della guida edita da Slow Food Editore, che sarà presentata il 20 aprile al Maxxi di Roma, si conferma uno strumento fondamentale non solo per orientare le scelte di acquisto, ma soprattutto per sostenere le centinaia di produttori che, con grande cura e attenzione al proprio territorio, alla biodiversità locale e all’esperienza acquisita in campo e in frantoio, realizzano oli di qualità utilizzando pratiche agronomiche rispettose dell’ambiente.

Slow Grains
Dove: Caltanissetta
Quando: 20 e 21 aprile

Organizzato da Slow Food Italia e Slow Food Sicilia, con il contributo del Comune di Caltanissetta, Slow Grains è l’evento dedicato alla Rete di agricoltori e artigiani che recuperano le varietà locali di cereali, coltivandole e trasformandole in farine, pane, pasta e prodotti da forno. L’edizione 2024 di Slow Grains, evento che si inserisce nel programma di The Road to Terra Madre, riunisce coltivatori, mugnai, agronomi, esperti, fornai e appassionati del settore in una due giorni di incontri, convegni e laboratori del gusto, ai quali si aggiunge una mostra mercato con espositori provenienti da tutta Italia. Un’occasione per promuovere la conoscenza e il recupero dei grani tradizionali, migliorare le competenze degli attori della filiera e incentivare modelli basati sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Disco Soup Day 
Dove: in tutto il mondo
Quando: 27 aprile

Si celebra il 27 aprile il World Disco Soup Day, l’evento contro lo spreco alimentare lanciato dal movimento Slow Food Youth Network, la rete giovani di Slow Food. Nato otto anni fa a Berlino come una “zuppa di protesta”, l’evento permette di dare nuova vita agli scarti vegetali per godersi un buon pasto insieme, riflettendo su come possiamo diminuire il nostro impatto sul pianeta e agire per contrastare la crisi climatica. Un momento di festa e condivisione che in Italia sarà accompagnato dalla presentazione della mappatura di In Cibo Civitas, il progetto che mette in luce esempi di economia circolare legata al cibo in quattro regioni: Piemonte, Sicilia, Toscana ed Emilia-Romagna.

Slow Food Day
Dove: in tutta Italia
Quando: 18 maggio

Sabato 18 maggio in tutta Italia si celebra lo Slow Food Day, una ricorrenza in cui le associazioni territoriali e regionali aderenti alla rete e le Comunità Slow Food italiane organizzano eventi nelle piazze, nei Locali Amici del Socio, nelle aziende dei produttori dei Presìdi e dei Mercati della Terra, insieme ai Cuochi e ai Pizzaioli dell’Alleanza. Iniziative che mettono al centro la consapevolezza dietro le scelte che compiamo ogni giorno: dagli acquisti che facciamo ai vestiti che indossiamo, dai modi in cui scegliamo di spostarci da un luogo all’altro alle visioni che abbiamo di come creare una relazione buona, pulita, giusta e sana tra esseri umani e natura. Un’occasione per far conoscere i progetti Slow Food e per informare e compiere attività di educazione del gusto.

Anteprima Terra Madre
Dove: Roma
Quando: dal 24 al 26 maggio

Dal 24 al 26 maggio, il Maxxi di Roma ospita la prima edizione di un incontro nazionale che vede oltre 200 giovani attivisti confrontarsi su tre grandi temi: il cibo, il clima e una bellezza futura che sia prospettiva di tutte e tutti e che riguarda la vita su questo Pianeta. L’evento è il punto di partenza di un fermento trasversale, che coinvolge numerose associazioni e realtà tra cui SFYN Italia, Acli, Agesci, Arci, Coldiretti Giovani, Comunità di Sant’Egidio, Comunità Laudato Si’, Fondazione Edoardo Garrone, Fridays for Future, Libera, Oltreterra, Rondine Cittadella della pace, Legambiente, Terra Onlus, Rete Rifai, e prevede l’elaborazione di un documento di sintesi, frutto della tre giorni di lavori, che verrà presentato ufficialmente in occasione di Terra Madre a Torino, dal 26 al 30 settembre. Durante la tre giorni di Roma sarà rappresentata anche una forma concreta di sovranità alimentare: un grande mercato che prevede la partecipazione dei produttori dei Mercati della Terra del Lazio, tra cui molti Presìdi Slow Food.

Presentazione Guida alle Birre d’Italia
Dove: Brescia
Quando: 24 e 25 maggio

La nona edizione della Guida alle Birre d’Italia, la più importante pubblicazione sulla produzione brassicola italiana di eccellenza, firmata da Slow Food Editore, sarà presentata in anteprima nazionale venerdì 24 maggio a Brescia, presso l’Auditorium San Barnaba. L’uscita del volume sarà l’occasione per radunare i migliori birrai d’Italia e per fare un punto della situazione sullo stato di salute del settore, sempre estremamente dinamico e vivace. La presentazione della guida sarà affiancata da alcuni workshop tematici rivolti ai birrai e iniziative aperte al pubblico, dedicate a chi vorrà approfondire la conoscenza del mondo della birra.

Terra Madre Salone del Gusto 2024
Dove: Torino
Quando: dal 26 al 30 settembre

Ritrovare una nuova alleanza tra gli esseri umani e la natura, basata sulla relazione e non sulla sopraffazione, a partire dal cibo, che rappresenta cultura, condivisione, piacere, ma che è anche l’elemento più potente che ci riconduce alla terra, al suolo, all’acqua. È questa la chiamata a cui risponde il pubblico che parteciperà alla 15esima edizione di Terra Madre Salone del Gusto. La manifestazione internazionale dedicata al cibo buono, pulito e giusto per tutte e tutti e alle politiche alimentari torna a Torino, Parco Dora, dal 26 al 30 settembre con i suoi elementi più distintivi: il Mercato italiano e internazionale, con centinaia di bancarelle della migliore produzione agroalimentare di qualità e dei Presìdi Slow Food, le Conferenze che trattano i temi al centro delle politiche del cibo, le numerose occasioni di degustazione e il programma degli Off che coinvolge molte realtà attive in città, e non solo.

Osterie d’Italia 2025
Dove: Milano
Quando: 14 ottobre

Torna lo storico sussidiario del mangiarbere all’italiana di Slow Food Editore. Presentata a Milano al Piccolo Teatro (in via di decisione), il 14 ottobre, la trentacinquesima edizione di Osterie d’Italia racconta la ristorazione italiana più autentica e di qualità attraverso le visite e le recensioni di 240 collaboratori sparsi in tutta Italia, in una rete fitta e capillare. Osterie, ristoranti, enoteche con cucina, agriturismi, ma anche proposte alternative come pastifici, pub e gastronomie le cui caratteristiche rispecchiano in primis l’attenzione e l’aderenza al territorio, la selezione di materie prime e l’accoglienza. Nelle pagine di Osterie d’Italia non ci sono classifiche o giudizi, ma storie di cuoche e cuochi che sono ambasciatori del nostro patrimonio gastronomico.

Slow Wine 2025
Dove: Milano
Quando: 19 ottobre

Dopo la grande degustazione che lo scorso anno ha coinvolto oltre 400 vignaiole e vignaioli di tutta la penisola,  per un totale di quasi 1000 etichette, il 19 ottobre torna al Superstudio Maxi di Milano la presentazione di Slow Wine. Giunta alla 15esima edizione, la guida dedicata al vino buono, pulito e giusto è l’unica in Italia a visitare tutte le cantine recensite, di cui oltre la metà biologiche e/o biodinamiche, grazie alla collaborazione di oltre 200 esperti presenti in tutte le regioni. L’edizione 2025 rappresenta la fotografia del panorama vitivinicolo tutelato da donne e uomini che producono nel rispetto del suolo, del paesaggio e della loro comunità di appartenenza.

Info: https://2024.terramadresalonedelgusto.com/the-road-to-terra-madre/

Credit: immagine creata con l’ausilio dell’AI

Segui Fornelli d’Italia anche sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/fornelliditalia.it