La scelta di Roma nel Mondo: i ristoranti della Capitale protagonisti al TTG di Rimini

di redazione Fornelli d'Italia

Fipe Confcommercio Roma ha partecipato al TTG di Rimini per presentare il progetto camerale “Ristorante Tipico 2.0” presso lo stand di Roma & Lazio. Questo panel rappresenta un momento importante di confronto con i professionisti del settore per analizzare lo stato del turismo nella Capitale. Roma è una città eternamente sospesa tra la sua imponente storia e una costante ricerca di modernità, e in questo contesto si delineano gli scenari futuri del turismo, con l’ausilio di nuovi strumenti e progetti in corso per valorizzare il marchio Roma. Si riparte dal suo potenziale attrattivo archeologico, artistico e culturale, dalle sue identità enogastronomiche e tradizioni culinarie, e si coglie l’opportunità offerta dalle innovazioni tecnologiche e dalla digitalizzazione.

Al panel hanno preso parte numerosi esperti del settore, tra cui Luca Albano, Direttore Italia Costumer Alliance, Angela Maria Avino, AD Onyon, Giampaolo Scardia, Responsabile FIPE Roma, Sara Amici, Responsabile Ufficio Legale e Rapporti Istituzionali, Mario Mozzetti, proprietario del ristorante Alfredo alla Scrofa, e Alessandro Onorato, Assessore al Turismo e ai Grandi Eventi di Roma Capitale.

“La scelta di Roma nel Mondo” è il titolo che richiama l’anno eccezionale del turismo nella Capitale. Tra maggio e luglio 2023, Roma è stata scelta da 13 milioni di turisti, un risultato record che ha superato le aspettative e che aveva già visto Roma primeggiare nella classifica “Travellers’ Choice Awards 2022” di TripAdvisor. Tuttavia, la Capitale non è ancora riuscita a superare il problema storico del turismo di ritorno o ad allungare la permanenza media dei visitatori. Probabilmente ciò è dovuto anche a un problema di comunicazione, poiché la promozione della città potrebbe apportare un cambio di paradigma iniziando a trasmettere al mondo uno stile di vita di successo, in cui il cibo e l’intrattenimento svolgono un ruolo centrale.

Con il progetto Ristorante Tipico 2.0, Fipe Roma ha voluto affrontare proprio questa sfida, valorizzando un marchio di ristoranti romani in grado di attirare viaggiatori alla ricerca di un’esperienza unica e questa volta “ripetibile”. Si punta a superare l’associazione tra cucina romana e servizio turistico di bassa qualità e standardizzata, grazie alla tutela di un marchio che protegge sia i ristoranti che i viaggiatori, i quali potranno così tornare con piacere a ripetere l’esperienza di viaggio nella Città Eterna. Si tratta di un ambizioso progetto di Fipe Confcommercio Roma che mira a combinare tradizione e innovazione tecnologica, promuovendo strumenti digitali per la crescita manageriale del settore, con programmi di formazione dedicati agli imprenditori e ai direttori dei ristoranti.

La prima analisi condotta da Customer Alliance su un cluster di 34 ristoranti a Roma e provincia mostra che alcune strutture hanno ottenuto un punteggio elevato, mentre altre presentano un ranking inferiore a 3.0, con una media generale su Google di 4.2 e su TripAdvisor di 4.0, corrispondente a un punteggio totale del cluster/brand di 4.0. Inoltre, pochissimi fanno un uso strategico della cucina tipica romana per migliorare l’indicizzazione in lingua inglese su Google. Grazie a questo primo report, Fipe Confcommercio Roma e Customer Alliance possono iniziare a sviluppare una strategia di marketing digitale e tracciare il percorso per le migliori soluzioni volte ad aumentare il numero di ristoranti che potranno migliorare la loro reputazione online e, di conseguenza, le prenotazioni. L’obiettivo è ottimizzare l’esperienza del cliente, aumentando il punteggio complessivo del brand della cucina romana. Questa azione consentirà ai ristoranti associati aFipe Roma di sfruttare un marchio identitario, fornendo così alla città uno strumento in più per rafforzare la propria posizione attraverso una delle sue tradizioni più radicate.

Il panel si è concluso con una dimostrazione culinaria del ristorante Alfredo alla Scrofa, un esempio di internazionalizzazione della cucina romana nel mondo, in particolare nel mercato nordamericano.

Segui Fornelli d’Italia anche sulla pagina facebook https://www.facebook.com/fornelliditalia.it/