Solis Terrae a “Terra e Mare”: la storia di un’azienda vitivinicola di padre in figlio

di ilfaroonline.it

L’evento “Terra e Mare” a Fiumicino è un’iniziativa significativa che mette in luce l’importanza del concetto di Km 0 e offre visibilità ai produttori locali impegnati nella produzione di alimenti e prodotti di qualità nel rispetto dell’ambiente.

SolisTerrae, l’azienda vitivinicola situata nella parte settentrionale del comune di Fiumicino, è un esempio di impegno nella produzione di vini di qualità con un approccio sostenibile. La scelta di coltivare viti su 5 ettari, divisi tra vitigni rossi come Montepulciano e Syrah e vitigni bianchi come Vermentino, Viognier e Bellone, riflette una diversificazione interessante.

Il produttore Massimo Caucci sottolinea l’attenzione alla qualità con basse produzioni e un impegno per il rispetto dell’ambiente, evidenziato dall’uso di concimi naturali anziché minerali. Inoltre, la loro pratica in cantina riflette un approccio più biologico, anche se al momento non sono certificati come produttori biologici.

La storia familiare di Solis Terrae aggiunge un tocco personale all’azienda, con il padre di Caucci che ha acquistato il terreno e lui stesso che ha piantato i vigneti dieci anni fa. La produzione di due linee, una IGP Lazio e una Doc Roma, con vini bianchi e rossi, mostra la diversità della loro offerta, inclusa una particolare attenzione a vitigni autoctoni come la Bellone.

In generale, l’iniziativa sembra essere un’occasione preziosa per i consumatori locali e gli appassionati di cibo e vino di entrare in contatto diretto con i produttori del territorio, conoscere le loro storie e apprezzare i prodotti locali di alta qualità.