La birra protagonista all’evento “Terra e Mare” con Podere 676

di redazione Fornelli d'Italia

L’evento Terra e Mare è stata un’occasione per mettere in luce l’importanza del concetto di Km0 nella produzione alimentare e per promuovere l’utilizzo di prodotti locali e sostenibili. Durante l’evento, una delle grandi protagoniste è stata la birra, che ha catturato l’attenzione degli ospiti con la sua varietà di sapori unici.

Tra gli espositori presenti all’evento, il birrificio Podere 676 ha spiccato per la sua dedizione all’innovazione sostenibile nella produzione di birra. Situato in via Antonio Casetti 30, a Testa di Lepre, il birrificio si distingue per la sua filosofia che unisce la produzione di orzo e luppolo di alta qualità.

Dimitri Genovese, rappresentante del birrificio Podere 676, è stato intervistato durante l’evento e ha condiviso alcuni dettagli affascinanti sulle loro birre uniche. “Siamo un birrificio agricolo che produce orzo e luppolo, utilizzati per creare la nostra birra”, ha spiegato Dimitri. “Offriamo una selezione di 6 tipi di birra, che va dalla classica Lager all’Iga, una birra prodotta in collaborazione con il Biodistretto Etrusco Romano e la Cantina di Torre in Pietra, arricchita con mosto di vino. Presso il nostro birrificio siamo aperti dal giovedì alla domenica dalle 18 in poi, e attualmente siamo aperti anche a pranzo durante il weekend. Accompagniamo le nostre birre con deliziosi salumi, formaggi e l’autentica pinsa romana”, ha concluso Dimitri.

La scelta di utilizzare ingredienti locali e sostenibili è una componente chiave della filosofia del birrificio Podere 676. Inoltre, la collaborazione con il Biodistretto Etrusco Romano e la Cantina di Torre in Pietra testimonia l’impegno del birrificio nel creare connessioni con altre realtà locali.